Racing

Tempo di lettura: 3 minuti

2020: una stagione positiva

Un altro campionato positivo per il team e un debutto stratosferico per Simone nel Briggs Kart Championship

Qui parliamo di: 2020, Andrea Turato, Briggs Kart Championship, Circuito di Pomposa, CRG, Denis Cederle, Eros Costantini, Federica Dalla Pozza, Giovanni Magnabosco, Giulia Eteri, Lignano Circuit, Luca Dal Grande, Marco Antonello, Marco Dal Pezzo, Marco Sinico, Nicolò Bazzani, Patrik Bedin, Rossella Frison, Simone Frealdo, Stefano Chiarello, SWS
Prossima gara
  • 15 Giugno 2024

    Pomposa Endurance Summer Series

    Circuito di Pomposa, Comacchio (FE)


​2020: un’altra stagione positiva nonostante la pandemia

Va concludendosi la nona stagione di attività del nostro team, una stagione inevitabilmente anomala ma ricca di soddisfazioni. Con dieci gare disputate tra il Circuito di Pomposa (Ferrara) e il Lignano Circuit (Precenicco – Udine), il team Cinisio Racing ha riconfermato il 29° posto nella classifica italiana Sodi World Series (SWS), migliorando di 19 posizioni nella classifica mondiale (144° posto al mondo).

Andrea Turato in gara

Questi risultati siglano il settimo anno consecutivo di miglioramento per il team, una squadra di amici che negli anni è cresciuta fino a diventare un punto di riferimento tra le squadre del mondo kart Endurance.

“Riconfermarsi con un così tanti avversari, sempre più agguerriti e preparati, e con una pandemia in corso non è facile. Il merito è tutto nell’abilità, nell’umiltà e nell’impegno che ha messo in pista ogni singolo elemento del team; nel finale di stagione ci siamo fermati, nonostante le gare siano continuate: gli organizzatori hanno messo un grande impegno per rendere sicure le gare, ma noi abbiamo preferito non correre rischi inutili e concentrarci sul 2021” racconta il team manager Marco Sinico. “Abbiamo fatto debuttare tre ragazzi quest’anno, e vederli crescere nell’esperienza in pista è una soddisfazione che va oltre ogni classifica”.

Propositi per il 2021? “Migliorare ancora, uscire dalla pandemia, e trovare degli sponsor. Auto-finanziare una stagione così non è facile, e trovare qualcuno che capisca la nostra passione e forza di volontà potrebbe dare un grande impulso per riuscire a disputare la finale continentale”.

​Simone Frealdo vice campione Briggs Kart Championsihp

Il 2020 è stato l’anno del debutto del nostro pilota Simone Frealdo al Briggs Kart Championship. Il trentenne della Val Liona ha corso i dieci appuntamenti del campionato di kart quattro tempi con il Paprika Racing Team, squadra già vincitrice nel 2019.

Il debutto in gara non poteva essere migliore: nelle prime quattro gare disputate ad Ala di Trento e Cremona Simone ha portato a casa due vittorie e due secondi posti, alternandosi al comando della categoria Master con il compagno di squadra Giuliano Ghidini. Un risultato davvero notevole, considerando che Simone non aveva mai corso prima di allora su un kart da competizione così potente.

Gli appuntamenti successivi sono stati meno fortunati: nell’appuntamento di Viverone un contatto nelle ultime fasi di gara 1 ha fatto scendere Frealdo dalla prima alla quinta posizione, posizione riconfermata in gara 2. Il diluvio di Cremona ha fatto emergere la poca esperienza di Simone sul bagnato, non consentendogli di andare oltre l’ottava posizione in gara 1 a cui si è sommata la mancata partenza in gara 2.

Il doppio round finale di Ala, disputato il 12 dicembre, permetteva ancora qualche speranza, ma un contatto in qualifica ha relegato Simone all’ultima posizione di partenza. Il pilota vicentino non si è perso d’animo però, rimontando dalla 22^ alla 10^ posizione in gara 1, e guadagnando altre 3 posizioni in gara 2.

La classifica di fine campionato vede Frealdo concludere in seconda posizione assoluta la classifica Master, con 130 punti contro i 184 fatti registrare da Ghidini.

“Concludere secondo nella stagione di debutto, se considero anche le numerose sfortune che ho avuto, è un risultato esaltante. Ringrazio il Paprika Racing Team e il mio sponsor Furius Casa per l’aiuto importante che mi hanno dato nel raggiungere questo risultato, ma non mi accontento e guardo già al 2021” dice Simone, e a noi non resta che augurargli una nuova stagione di successi.

Articolo precedente
In attesa di tempi migliori
Articolo successivo
Winter Series: una gara molto difficile