Prossima gara: 5 Dicembre 2020 | Jesolo Endurance Series

Con sei ore di maltempo non c’era conclusione più azzeccata per la Winter Series.

Fuel our passion

Le gare endurance, lo dice il nome, mettono alla prova la resistenza: per questo motivo non esiste nome più appropriato per descrivere la finale di 6 ore della Pomposa Endurance Winter Series andata in scena domenica al Circuito di Pomposa.

© Stefano Chiarello / Pomposa Endurance

“90% di probabilità di precipitazioni” diceva il meteo, 110%, ha detto la pista. E alle difficoltà meteo si aggiunge un male di stagione (no, non un male pandemico) che relega a letto all’ultimo minuto Giovanni. A risolvere la situazione ci pensa Giulia che, oltre a portare la sua precisione in gara, ci procura un sostituto: Nicolò, amico e appassionato di kart.

La formazione è composta così: Marco Dal Pezzo, Marco Antonello, Patrik Bedin (alla prima esperienza sul bagnato) e Nicolò Bazzani (alla sua prima gara sul bagnato e sul circuito di Pomposa).

La giornata comincia sotto la pioggia, e così le libere servono a rispolverare la guida sul viscido, a cui solo Dal Pezzo è abituato: Antonello non correva sul fondo scivoloso da oltre un anno, mentre Patrik e Nicolò devono imparare velocemente la guida con le gomme slick sull’asfalto bagnato.

Dopo una buona qualifica di Dal Pezzo che ci porta noni in griglia di partenza, ed un primo turno regolare sempre con Dal Pezzo, inizia l’odissea: due perturbazioni si susseguono, bagnando la pista e asciugandola, rendendo così difficile la vita ai piloti che devono adattarsi ad ogni giro alle condizioni continuamente mutevoli.

Giulia ai box non sbaglia un colpo, così come i ragazzi durante tutto l’arco della gara evitano errori rilevanti, tipo conficcare il kart nelle barriere o arenarsi sul fango.
Dal Pezzo si prende il secondo acquazzone mentre è in pista senza tuta da bagnato, rientrando ai box fradicio. Antonello sfrutta il peso extra per guadagnare aderenza, mentre Bedin e Bazzani adottano una guida conservativa per fare esperienza senza commettere errori. Ad aggiungere un po’ di pepe alla situazione ci ha pensato il meteo che, dopo un pomeriggio di vento freddo, a un’ora dal termine porta ancora pioggia accompagnando i team fino a sera.

Alla fine concludiamo diciassettesimi su 21 team, mentre a vincere è il team Infinity. Certo, avremmo potuto ambire a qualche posizione più in alto, ma con delle condizioni del genere è già una soddisfazione essere giunti al termine senza commettere errori.

Il prossimo appuntamento con la pista è per sabato 10 ottobre, quando Andrea Turato e Marco Dal Pezzo torneranno a Pomposa per la due ore finale della Summer Series.

Fuel our passion

Prossima gara

Jesolo Endurance Series

5 Dicembre 2020

Pista Azzurra, Jesolo (VE)

Articolo precedente
Summer Series: una prestazione da paura
Articolo successivo
Summer Series: un’altra buona top 10
Menu